ilBepi

Tid  6 timer 43 minutter

Koordinater 21569

Uploaded 17. januar 2019

Recorded december 2018

-
-
2.181 m
1.252 m
0
2,9
5,9
11,75 km

Vist 36 gange, downloadet 0 gange

tæt på Fraccia, Lombardia (Italia)

Si parcheggia dopo Mezzoldo, in loc. Ponte dell'Acqua, sfruttando per quanto possibile qualche slargo sulla strada che prosegue verso il Passo San Marco.
Sulla sinistra si stacca una stradina che subito dopo diventa una mulattiera: si tratta dell'antica "Via Priula", la strada che permetteva di raggiungere il passo prima della costruzione della strada asfaltata, che presenta ancora alcuni tratti di selciato di allora.
La mulattiera sale nel bosco con alcuni tornati fino ad arrivare ad un alpeggio (Casera Ancogno), quindi prosegue in falsopiano lungo un ampio pendio fino ad incrocare una prima volta la strada asfaltata (cartelli).
Dall'alpeggio in poi ho incontrato una copertura uniforme di neve piuttosto dura, ma "camminabile" tranquillamente senza ramponi.
Si continua quindi sulla stradina, ora un po' piu' stretta, fino a raggiungere nuovamente la strada nei pressi del rifugio San Marco 2000.
Da qui si imbocca la strada asfaltata che scende leggermente verso la Ca' San Marco, da cui si puo' nuovamente imboccare la Via Priula, ora diventata un sentiero che sale in modo abbastanza deciso raggiungendo infine il Passo San Marco, importante valico di collegamento fra il versante Orobico e quello Valtellinese.
Dal passo ho proseguito seguendo una traccia nella neve che risale direttamente la cresta del Pizzo delle Segade. La traccia in questione si e' rivelata piuttosto labile, obbligandomi per rimanere sul filo di cresta a scavalcare qualche roccione ed oltrepassare tratti un po' esposti di roccette o su prati ripidi.
Raggiunto una sorta di monumento commemorativo la traccia diventa piu' evidente e facile da seguire, grazie anche ad un innevamento piu' consistente, e dopo una leggera discesa conduce per un'ultima ripida rampa alla croce della vetta.
L'idea originale era di proseguire verso il monte Azzarini ma la lontananza e il percorso giudicato troppo impegnativo mi hanno fatto desistere.
Quindi, non volendo ripercorrere tutta la cresta a ritroso, anche su consiglio di alcuni scialpinisti, sono sceso direttamente dal ripido vallone che si apre poco sotto la cima per arrivare direttamente sulla strada asfaltata proveniente dal passo San Marco.
La scelta non si e' rivelata troppo azzeccata, sia per la molta neve accumulata nel canale in cui in alcuni tratti si affondava abbastanza, sia per la ripidita' dello stesso, specialmente nel tratto iniziale subito sotto la cima.
In ogni caso, mi sento di sconsigliare totalmente di scendere per questa via in caso di neve molto abbondante o di condizioni che non siano assolutamente sicure.
Una volta raggiunta la strada ho notato dopo qualche decina di metri una traccia nella neve che scendeva verso la Ca' San Marco: anche questa si e' rivelata una scelta infelice, in quanto a circa meta' pendio la traccia e' scomparsa a causa dello scioglimento della neve, e ho dovuto "ravanare" un po' fra prati ripidi e cespugli di mughi per ritrovare il sentiero dell'andata.
Ho fatto quindi ritorno all'auto per la via seguita in salita, fermandomi a fare una "tappa panino" al San Marco 2000 che piu' che un rifugio e' in effetti un grande ristorante-albergo.
Nel complesso un'escursione piacevole e panoramica, anche se il poco innevamento, e il fatto che si possa arrivare fino alla Ca' San Marco in auto tolgono un po' di quella "magia" che si avrebbe in condizioni piu' invernali.

Orario inizio: 12/27/2018 09:21
Orario fine: 12/27/2018 16:04
Distanza: 11,7 km (05:59)
Tempo movimento: 02:54
Velocità media: 1,95 km/h
Velocità media mov.: 4,02 km/h
Max. Velocità: 8,3 km/h
Altitudine minima: 1251 m
Altitudine massima: 2181 m
Velocità di salita: 296,1 m/h
Velocità di discesa: -345 m/h
Dislivello positivo: 959 m
Dislivello negativo: -951 m
Tempo di salita: 03:14
Tempo di discesa: 02:45

Kommentarer

    You can or this trail