Download

Afstand

12,3 km

Positiv højdeforskel

686 m

Sværhedsgrad

Moderat

Negativ højdeforskel

686 m

Max Højde

1.419 m

Trailrank

64

Min Højde

859 m

Rutetype

Løkke

Tid i bevægelse

3 timer 23 minutter

Tid

7 timer 10 minutter

Koordinater

2147

Uploadet

17. oktober 2021

Optaget

oktober 2021
Vær den første til at klappe
Del
-
-
1.419 m
859 m
12,3 km

Vist 61 gange, downloadet 4 gange

tæt på Monteflavio, Lazio (Italia)

Anello Pellecchia formando un doppio occhio,quasi tutto su sentiero, in un'escursione "classica" e "leggera",da Monteflavio,in una giornata meravigliosa di autunno.

Siamo partiti da Monteflavio,arrivando in macchina in via di Monte Pellecchia dove abbiamo parcheggiato,posizionldola in fondo alla stada(cercate di parcheggiare bene,per il rispetto dei residenti),tra le ultime case del paese. Da qui la strada si trasforma in strada sterrata(praticamente è l'inizio del percorso,),leggermente in salita che ci permette un buon riscaldamento, fino al.primo bivio con "palo&indicazioni" sulla sinistra (vedi bandierine), dove imbocchiamo il sentiero 312 in salita che conduce su Colle Caparnassa. Una volta "scollinato" decidiamo di alleggererci un po, avendo ottenuto un ottimo riscaldamento. In questo punto si incrocia la sterrata.proveniente dalla pineta di Monteflavio,che scende fino alla Valle del Prete(molto rilassante il tratto in leggera discesa). In questo punto e presente un palo con indicazioni che permette di scegliere la direzione con.cui proseguire l'anello, in senso orario o antiorario,che ci permetterà di arrivare su una delle due cime del monte Pellecchia(visto che la montagna presenta due croci ,tre cime ed una lunga cresta facilmente percorribile. Delle tre cime una, quella centrale, risulta un po più bassa e non segnata da croce)...noi abbiamo deciso di effettuare il giro antiorario. Da valle del Prete abbiamo girato a sinistra proseguendo fino alla Casa del Pastore(rifugio custodito,ma che al momento risulta chiuso),per una piccola sosta utilizzata per reintegrare i primi liquidi persi, e dopo la foto di rito ci rimettiamo in marcia imboccando il sentiero in salita, ben segnato che, con continui cambi di direzioneb e piccoli tornati, fino a raggiunge la prima anticima sbucando dal bosco, e proseguendo più avanti la prima vetta del Pellecchia 1369mt.slm..
Una volta arrivati alla 1^croce di Vetta, si può vedere una reliquia "un pezzo di elica(che il buon Matteo ha risistemato, perché si era accasciata)e una targa commemorativa" a testimonianza dell'incidente di un aereo militare avvenuto nel 1960, dove persero la vita due ufficiali.

Il panorama è di tutto rispetto, direi spettacolare,con una panoramica a 360°, nonostante che la leggera nuvolosità,ma con una buona visibilità anche se si presentava una leggera foschia. Nonostate ciò,si vedevano bene praticamente tutti i monti dell'appennino centrale, dallo storico Monte Giano (dove si legge meravigliosamente la scritta DVX) -Nuria-Sibilini-ecc.ecc. ...eccetto Velino & Gran Sasso, coperti in cima da nuvole intense.

Dopo un'altra pausa abbondante(ce la siamo presi molto comoda,per goderci al meglio l'escursione)siamo ripartiti,proseguendo sulla larga e lunga dorsale,tra sali&scendi,tra boschetti dove trovano riparo il bestiame al pascolo estivo, per raggiungere Pizzo Pellecchia,dove di trova la 2^croce,dove ci si puo affacciare sopra Civitella e Licenza che sembrano vicinissime, quasi da poterle toccare.

Finalmente una giusta pausa per il pranzo al sacco,seduti al sulle comode roccie,ed in assenza di vento,si è rischiati la pennichella...foto di rito... poi si é ripreso il cammino per la discesa fino alla sella, dove mantenedo la destra al paletto con.le indicazioni.ed imboccando il sentiero che segue le indicazioni per Valle Lopa,fino ad arrivare all'incrocio di Colle di Farello1010mt.slm,dove si prende il sentiero di destra, che poco più di un chilometro tra bosco,crocciette,sentiero che costeggia la scarpata, pascolo,e si incrocia l' ultimo resto dell'aereo precipitato(il pezzo di coda)...FOTO DI RITO.
Proseguendo,di li a poco, si arriva di nuovo a Valle del Prete, dove si riprende il sentiero 312 sulla sinistra, che inizia da cartello indicativo ,per evitare la noiosa strada sterrata di andata(anche se per un piccolo tratto,ma abbiamo voluto creare un corposo doppio anello, per evitare di risalire su Colle Caparnassa). Abbiamo seguito il sentiero comodo e molto pratico fino al primo bivio di Fosso del Cerreto910mt.slm, dove si proseguiva su sentiero altrettanto comodo, fino ad arrivare all'inizio della sterrata che ci condurrà all'auto parcheggiata, così chiudendo l'anello che ci eravamo preposti di fare. Infine,abbiamo percorso la sterrata dell'andata fino alla macchina,con andatita di defaticamento.

Percorso da provare assolutamente, sia d'estate che d'inverno....insomma, diciamo in tutte le stagioni.

Compagni di escursione: TEPPA(il mio inseparabile amico fidato),il mio "fratellino di CPI" il Bravissimo MATTEO.

Il percorso è a cura del "Gruppo escursionistico ""ANIMALI MONTANI""".

https://instagram.com/animalimontani?utm_medium=copy_link


●●●●●●●●●●●●●●
(Annuncio importante di "Disclaimer":
•Le informazioni contenute nei percorsi My wikiloc sono dati, opinioni ed esperienze dell'autore. Queste informazioni non possono mai essere considerate sufficienti per svolgere uno dei percorsi o delle attività descritte.

•Inoltre da tenere in considerazione che per motivi meteorologici, recinzioni, muri, ecc., Il percorso potrebbe essere inaccessibile per qualche tempo dopo la pubblicazione.

•Per la pratica di sport d'avventura, escursionismo, alpinismo, ecc ..., sono necessarie adeguate condizioni fisiche oltre ad avere conoscenze tecniche e materiale adeguato, oltre a conoscere l'ambiente, le caratteristiche di ogni luogo e consultare le previsioni meteo. In caso contrario, se non abbiamo conoscenze sufficienti per svolgere queste attività con garanzie, dobbiamo assumere i servizi di un professionista o seguire un corso di formazione offerto da club e federazioni.

•L'autore non è responsabile per le conseguenze che possono derivare dalla mancanza di tutto o parte di quanto sopra, così come dall'uso improprio delle informazioni che appaiono qui.)
Waypoint

Partenza ed inizio sentiero

Ruiner

Rudere

Kryds

Bivio Madonna delle carbonare 1114mt. A sx per sentiero 312

Waypoint

Waypoint

Kryds

A dx per sterrata

Kryds

A sx verso il rifugio del pastore sentiero 312

Kryds

Dritti per visitina alla Casa del pastore 1000mt.slm

Shelter

Casa del Pastore 1000mt.slm

Shelter

Casa del pastore 1000mt.slm

Kryds

A dx

Kryds

A dx

Kryds

A dx

Waypoint

Fuoriuscita dal bosco

Waypoint

Anticima

Bjergtop

Cima Pellecchia 1369mt.slm

Bjergtop

Cima di mezzo

Waypoint

Waypoint

Bjergtop

Pizzo Pellecchia 1360mt.slm

Kryds

A sx inizio discesa

Waypoint

Waypoint

Kryds

A valle Lopa 1114mt.slm a dx per sentiero 312a

Kryds

Intersezione

Kryds

A dx a Collaccio di Farello 1010mt.slm

Ruiner

Rovine

Kryds

A sx per sentiero 312c

Kryds

A dx a Fosso cerreto 910mt.slm per sentiero 312c

Panorama

Panorama

Waypoint

Inizio sterrata

Kommentarer

    Du kan eller denne rute